aak - Ott 17 - Giornata internazionale contro la povertà

Progetto d’Istituto    "A Regola d’Arte!"

 

“A quattro anni dipingevo come Raffaello, poi ho impiegato una vita per imparare a dipingere come un bambino”

Pablo Picasso

 

anno scolastico 2018/2019

 

PREMESSA

L'arte, nel suo significato più ampio, comprende ogni attività umana – svolta singolarmente o collettivamente – che porta a forme di creatività e di espressione estetica.
Pertanto l'arte è un linguaggio, la capacità di trasmettere emozioni e messaggi. Tuttavia non esiste un unico linguaggio artistico e neppure un unico codice inequivocabile di interpretazione.
Nel suo significato più sublime l'arte è l'espressione estetica dell'interiorità e dell'animo umano. Rispecchia le opinioni, i sentimenti e i pensieri dell'artista nell'ambito sociale, morale, culturale, etico o religioso del suo periodo storico. 

Le dieci principali forme di arte, da cui emanano o a cui si ricollegano tutte le altre - dette arti minori - sono:

Esse possono essere raggruppate in arti visive, che non richiedono un'esecuzione perché l'opera si presenta al fruitore già perfettamente definita, e arti performative, che invece richiedono all'artista non solo di essere prodotte, ma anche eseguite:

  • Arti visive:
    • Pittura
    • Scultura
    • Architettura
    • Scrittura (forma di letteratura)
    • Fotografia
    • Fumetto
  • Arti performative:
    • Musica
    • Danza
    • Teatro
    • Cinema
    • Lettura (forma di letteratura)

 “Lo studio della disciplina dell’arte e immagine ha la finalità di sviluppare e di potenziare la capacità di leggere e comprendere le immagini e le diverse creazioni artistiche, di esprimersi e comunicare in modo personale e creativo, di acquisire sensibilità e consapevolezza nei confronti del patrimonio artistico”.

Dalle Indicazioni Nazionali sopra citate si rileva che l’attività espressiva consente al bambino di mettere in campo tutto il suo potenziale di invenzione, immaginazione, scoperta e creatività. Dalle nuove Indicazioni Nazionali del 2012 emerge inoltre come le discipline artistiche sono fondamentali per lo sviluppo armonioso della personalità e per la formazione di una persona e di un cittadino capace di esprimersi con modalità diverse, di fruire in modo consapevole dei beni artistici, ambientali e culturali, riconoscendone il valore per l’identità sociale e culturale e comprendendone la necessità della salvaguardia e della tutela.

Il testo delle Indicazioni 2012, ad esempio, richiama il valore della musica e delle arti per lo sviluppo integrale della persona e per la consapevolezza ed espressione culturale. (…) "La musica, componente fondamentale e universale dell’esperienza umana, offre uno spazio simbolico e relazionale propizio all’attivazione di processi di cooperazione e socializzazione, all’acquisizione di strumenti di conoscenza, alla valorizzazione della creatività e della partecipazione, allo sviluppo del senso di appartenenza a una comunità, nonché all’interazione fra culture diverse.”(...) (…) "La familiarità con immagini di qualità ed opere d’arte sensibilizza e potenzia nell’alunno le capacità creative, estetiche ed espressive, rafforza la preparazione culturale e contribuisce ad educarlo a una cittadinanza attiva e responsabile. In questo modo l’alunno si educa alla salvaguardia e alla conservazione del patrimonio artistico e ambientale a partire dal territorio di appartenenza. La familiarità con i linguaggi artistici, di tutte le arti, che sono universali, permette di sviluppare relazioni interculturali basate sulla comunicazione, la conoscenza e il confronto tra culture diverse.  

I percorsi delle attività espressive scaturiscono dall’esigenza di lavorare in un’ottica in cui si attivano le competenze trasversali, permettendo all’alunno di acquisire i concetti e i linguaggi delle diverse discipline al fine di realizzare quell’educazione integrale a cui tutta l’attività scolastica è attualmente indirizzata. Tali percorsi danno forma ai sentimenti, consentono di dare un senso personale alle cose, sviluppano la curiosità e l’interesse verso il mondo, consentono il contatto tra il corpo e la psiche, sviluppano la concentrazione, richiedendo totale partecipazione fisica ed emotiva. La drammatizzazione migliora i rapporti interpersonali, facilita lo stare insieme, abitua all’ascolto attento dell’altro per il raggiungimento del risultato. Il canto, l’uso di semplici strumenti musicali, la produzione creativa (disegno-cantodrammatizzazione), l’ascolto, la comprensione e la riflessione critica, favoriscono lo sviluppo 1 dell’espressività che è in ciascuno; promuovono l’integrazione delle componenti percettivo-motorie, cognitive e affettivo-sociali della personalità; contribuiscono al benessere psico-fisico in una prospettiva di prevenzione del disagio, dando risposte a bisogni, domande, caratteristiche delle diverse fasce di età

DESTINATARI

Tutti gli alunni dell'Istituto Comprensivo "E. Fermi"

Tutti i docenti dell'Istituto Comprensivo "E. Fermi"

 

FINALITA’ GENERALE

Il Progetto espressivo consentirà agli alunni coinvolti di sviluppare la propria creatività attraverso attività quali manipolare, fare miscugli, inventare, osservare, costruire, creare, modellare, disegnare, recitare, ballare, sperimentare e scoprire somiglianze, differenze, uguaglianze, grandezze, quantità, forma-colore, materia-funzione e tecniche espressive. Consentirà inoltre di apprendere con il “fare”, mirando alla maggiore integrazione all’interno di un gruppo lavorativo nonché alla capacità di gestione autonoma del lavoro.

L’educazione all’immagine artistica, oltre a potenziare le capacità creative, estetiche ed espressive, deve infatti educare alla “salvaguardia e alla conservazione del patrimonio artistico e ambientale” e dunque a “una cittadinanza attiva e responsabile”.

Il progetto si prefigge quindi di coniugare le potenzialità comunicative dell’arte contemporanea alla libertà espressiva, alla vivacità e all’insaziabile curiosità dei bambini facendoli avvicinare ad un settore della cultura troppo spesso relegato ai margini del normale insegnamento didattico. Il prezioso contributo culturale che questo progetto può donare è la divulgazione e la socializzazione culturale attraverso un fondamentale strumento comunicativo ed altresì educativo quale è appunto l’arte nelle sue più disparate manifestazioni.

FINALITA’ TRASVERSALI

Il progetto “A Regola d’Arte” ha come scopo prioritario il miglioramento della qualità del processo di insegnamento-apprendimento ai fini di una serena e proficua integrazione di tutti gli allievi nel contesto scolastico. Il desiderio è gettare le basi di un percorso che possa arrivare pian piano alla costruzione di una scuola che consideri le diversità di ciascuno una ricchezza per tutti, che valorizzi le risorse individuali di tutti, che sia caratterizzata da una nuova modalità di gestire la didattica quotidiana. Il progetto si basa su tre elementi fondamentali: il gruppo, la creatività e la globalità del sapere. Si cercherà di mostrare come le aree linguistico-storico letterario e scientifico-tecnologica interagiscono fra di loro e come la conoscenza dell’individuo debba essere intesa nella sua globalità, privilegiando attività che si traducono in conoscenze e competenze senza trascurare quelle che incentivano la motivazione, l’interesse e l’integrazione. Le attività svolte nelle due aree disciplinari suddette saranno unificate in proposte, attività, percorsi artistici per i quali si utilizzeranno, in modo mirato e verificato, conoscenze ed abilità disciplinari ed interdisciplinari (linguistiche, artistiche, motorie, musicali, di cooperazione …) cercando, attraverso il loro utilizzo concreto, di trasformarle in competenze personali di ciascun allievo.

OBIETTIVI FORMATIVI

Gli obiettivi del progetto consistono nel:

Essere disponibile ad apprendere

Avere consapevolezza del traguardo e attivare strategie necessarie al suo raggiungimento

Saper recuperare le conoscenze pregresse e utilizzare adeguatamente gli strumenti disciplinari

Gestire la delusione e accettare l’errore come momento di riflessione e di crescita

Avere consapevolezza delle proprie capacità ed effettuare delle scelte personali

Saper gestire il cambiamento e le relazioni con gli altri nei diversi contesti

Fronteggiare e risolvere situazioni problematiche

Saper osservare la realtà e cogliere le relazioni

Sviluppare conoscenze ed azioni innovative e concrete, fondate sulla valorizzazione della persona

Sviluppare la capacità di osservare situazioni, fatti e fenomeni

Sviluppare e consolidare le capacità espressive, comunicative, logico-operative

Manifestare sentimenti, comportamenti di tolleranza e di rispetto nei confronti delle varie forme di diversità

Assumere atteggiamenti di rispetto dell’ambiente naturale e delle cose

Mostrare curiosità nei confronti di molteplici linguaggi espressivi.

Costruire con materiali diversi.

Manipolare materiali diversi.

Sperimentare varie tecniche espressive.

Sperimentare diverse forme artistiche attraverso strumenti tecnologici.

Leggere un’immagine e avvicinarsi alle opere degli artisti.

Sperimentare, osservare e percepire i colori primari ed alcuni composti.

Esplorare e scoprire i molteplici significati dei colori primari ed alcuni composti.

Manipolare e trasformare materiali.

Sviluppare la motricità fine.

Comunicare in modo personale e creativo le proprie esperienze.

Mostrare interesse per le attività proposte

Sperimentare varie tecniche drammatico - teatrali.

Acquisire padronanza di diverse tecniche espressive.

Percepire gradazioni, accostamenti e mescolanze di colori.

Descrivere tutto ciò che si vede in un'opera d'arte sia antica che moderna dando spazio alle proprie sensazioni, emozioni, riflessioni.

Esprimere sensazioni ed emozioni in modo spontaneo, utilizzando tecniche personali sia grafiche che manipolative.

Individuare nel linguaggio del fumetto, filmico e audiovisivo, le diverse tipologie di codici, le sequenze narrative e decodificare in forma elementare i diversi significati.

Utilizzare strumenti e regole per produrre immagini grafiche, pittoriche, plastiche, attraverso processi di manipolazione, rielaborazione e associazione di tecniche e materiali diversi tra loro.

Sperimentare, in modo guidato, l'uso delle tecnologie della comunicazione audiovisiva per esprimere, con codici visivi, sonori e verbali, sensazioni, emozioni e realizzare produzioni di vario tipo

Osservare e descrivere in modo guidato immagini e opere d’arte applicando le leggi della percezione visiva.

Leggere in modo guidato le opere più significative prodotte nell’arte antica sapendole collocare nei rispettivi contesti storici, culturali e ambientali.

Conoscere i linguaggi visivi ( fumetto - pubblicità) comprenderne i codici e le funzioni comunicative; interpretare i messaggi prodotti dai diversi mezzi di comunicazione.

Rielaborare in modo guidato immagini fotografiche, materiali di uso comune, elementi iconici e visivi, scritte e parole per produrre immagini creative.

Riconoscere in un testo visivo gli elementi della grammatica visiva (punti, linee, colori, forma, profondità) individuando il loro significato espressivo, le regole del codice visivo ( il campo e le forze percettive, linee di forza, peso ed equilibrio, composizioni ritmiche e modulari

Conoscere i linguaggi visivi (fotografia–cinematelevisione) comprenderne i codici e le funzioni comunicative ; interpretare i messaggi prodotti dai diversi mezzi di comunicazione.

Sperimentare l’utilizzo dei linguaggi visivi (fotografia,cinema,televisione) per creare messaggi espressivi e con precisi scopi comunicativi.

Rielaborare in modo autonomo immagini fotografiche, materiali di uso comune, elementi iconici e visivi, scritte e parole per produrre immagini creative

Produrre elaborati utilizzando gli elementi della grammatica visiva , le regole del codice visivo, materiali, tecniche grafiche, pittoriche e plastiche per creare composizioni espressive che interpretino in modo personale e creativo la realtà.

Osservare e descrivere nel modo più efficace e utilizzando più metodi tutti gli elementi significativi formali presenti in opere d’arte e in immagini statiche e dinamiche..

Elaborare ipotesi e strategie di intervento per la tutela e la conservazione dei beni culturali coinvolgendo altre discipline

Produrre elaborati utilizzando gli elementi della grammatica visiva e le regole del codice visivo per creare composizioni realistiche e astratte applicando le innovazioni tecniche introdotte dalle avanguardie artistiche.

Sperimentare l’utilizzo integrato di più codici, media, tecniche e strumenti della comunicazione multimediale per creare messaggi espressivi e con precisi scopi comunicativi.

Individuare e classificare simboli e metafore utilizzate nel campo dell’arte della pubblicità.

Prendere coscienza dell’influenza della chiesa nell’arte.

Riconoscere il tratto stilistico principale di un’opera.

Riconoscere il tratto stilistico principale di una corrente artistica.

Produrre messaggi con uso di linguaggi, tecniche e materiali diversi.

Leggere e comprendere immagini di diverso tipo.

Ideare e progettare elaborati ricercando soluzioni creative originali, ispirate dallo studio dell’arte e della comunicazione visiva.

Scegliere le tecniche e i linguaggi più adeguati per realizzare prodotti visivi seguendo una precisa finalità operativa o comunicativa, anche integrando più codici e facendo riferimento ad altre discipline

Utilizzare consapevolmente gli strumenti, le tecniche figurative (grafiche, pittoriche e plastiche) e le regole della rappresentazione visiva per una produzione creativa che rispecchi le preferenze e lo stile espressivo personale.

Agli insegnanti è richiesto il compito di:

  1. Motivare alla pratica del lavoro di gruppo
  2.  Rafforzare la funzione della scuola quale centro di promozione culturale, sociale e civile del territorio e di formazione di cittadinanza attiva, coinvolgendo i giovani in attività che ne rafforzino la motivazione e la partecipazione alla vita del territorio, creando i presupposti per lo sviluppo di uno spirito imprenditoriale di cui possa beneficiare tutto il contesto.
  3. Valorizzare le capacità personali di: autonomia, autenticità, autostima, senso di appartenenza alla collettività, collaborazione e cooperazione.
  4. Assistere gli alunni nell’espressione dei contenuti del proprio studio, nella verifica degli assunti e nella riutilizzazione delle informazioni in contesti nuovi.
  5. Abituare gli alunni ai diversi linguaggi e le tecniche multimediali

 

STRUMENTI DI INTERVENTO PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI E CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI :

Utilizzo di strumenti adeguati alle loro capacità ed abilità, programmi differenziati secondo obiettivi individualizzati concordati tra gli insegnati, genitore , equipe multidisciplinare

CRITERI DI VALUTAZIONE

La valutazione terrà conto del percorso di ciascun allievo, dell’impegno, del livello di crescita e di operatività raggiunto e della padronanza delle diverse tecniche grafiche, espressive ed artistiche proposte.

Come verifiche si potranno utilizzare: dialogo, osservazione durante le attività, lavori di gruppo, giochi imitativi individuali e collettivi, produzione e rielaborazione di materiali sonori.

La valutazione del progetto e della sua ricaduta sulle metodologie e strategie didattiche applicate nell'insegnamento verrà valutata con apposito monitoraggio somministrato ai docenti, alle famiglie e agli allievi delle classi superiori (V primaria, I, II, III secondaria)

METODOLOGIA DI RIFERIMENTO

Nello stilare le linee metodologiche che sono alla base della realizzazione dei percorsi di attività espressive è necessario partire dal presupposto che essi trovano motivo di essere nella trasversalità dell’educazione.

In questo ambito l’arte assume la valenza di catalizzatore delle varie strategie didattiche.

Per questo le proposte artistiche dovranno essere praticate in simbiosi con le attività linguistiche e corporee.

Verrà privilegiata la didattica laboratoriale per rendere gli alunni attivi e coinvolgerli in modo diretto nella costruzione della conoscenza. Gl’insegnanti saranno chiamati a predisporre gli spazi, luoghi, attrezzi, sussidi per "guidare" le azioni dei discenti in partecipate "avventure didattiche".

Il principio generale a cui ci si dovrà ispirare sarà quello per cui lo sviluppo della personalità del bambino deve includere la totalità delle sue dimensioni; si farà, quindi, particolare attenzione a valorizzare le potenzialità cognitive, affettive ed espressive, come la spontaneità e il contributo personale, tenendo conto di interessi e motivazioni;

Nulla è più efficace del “fare” nell’apprendimento, solo attraverso la creazione manuale di ciò che si è appreso sarà possibile il vero apprendimento, quello profondo e duraturo.

La metodologia scelta per la realizzazione di alcune attività sarà quella del COOPERATIVE LEARNING: tale metodologia consentirà agli alunni “di fare insieme” in maniera creativa, realizzando attività che consentano l’integrazione e la valorizzazione di ogni singolo alunno.

Durante il corrente anno scolastico potranno essere organizzate “attività ex tempore” di pittura/arte in diversi luoghi della città.

Si potranno inoltre essere contattare “esperti esterni” delle molteplici ARTI che interverranno a scuola con attività laboratoriali, esplicative, formative per gli alunni ed i docenti.

In alcune proposte si può abbinare una Visita Guidata didattica quale completamento del percorso artistico svolto o quale parte integrante dello stesso.

L’Istituto attiverà un percorso formativo per gli insegnanti interessati sulle diverse modalità operativo-didattiche di trasmettere l’Arte agli alunni.

PERCORSI “ARTISTICI”  POSSIBILI

"Bambini si nasce … artisti si diventa !!!" -  la pittura e la realizzazione di opere artistiche nelle sue diverse tecniche espressive

Un muro da leggere tra i colori” - realizzazione di una decorazione parietale

Alla scoperta dei colori” - si lavora creativamente sui colori primari, secondari, il cerchio cromatico e i colori caldi e freddi.

Impariamo a disegnare –1” - Analizzando alcuni dipinti, i bambini scoprono come disegnare la natura, i paesaggi e la figura umana, utilizzando le proporzioni, imparando a rappresentare oggetti in primo e secondo piano, osservando dal vero e riproducendo.

Impariamo a disegnare - 2” - Riproducendo dipinti o copiando dal vero, i bambini imparano a perfezionare la tecnica del disegno secondo tre modalità: la copia dal vero, il reticolato e la riproduzione.

Alla scoperta delle tecniche pittoriche” - matite colorate, tempere, pastelli a olio, collage, carboncino, chiaroscuro

I Cinque Sensi dell’Arte”  - dal nostro corpo alle opere d’arte, percorso di “costruzione” di opere d’arte “sensoriali”

Disegno, coloro, canto e suono... la Natura” - imparare a disegnare e dipingere gli elementi della natura e giocare con suoni e strumenti.

Disegno, coloro, canto e suono... il Corpo Umano” - imparare a disegnare e dipingere la figura umana (seguendo le regole di Leonardo da Vinci) e conosciamo le diverse parti del corpo attraverso la musica.

La bottega dell’artista” - i ragazzi scoprono la figura dell’ARTISTA (Pittore, Scultore, Architetto, Musicista-Compositore, Fotografo) e costruiscono i suoi strumenti di lavoro (tavolozza e pennello, scalpello e martello, squadra e matita, strumento musicale, ecc…).

L’artista delle caverne” – un viaggio alla scoperta della Preistoria dove, accanto a dinosauri e uomini primitivi, nasce la prima forma d’arte. I ragazzi potranno realizzare un fossile e trasformarsi in artisti delle caverne, facendo divenire la classe una vera e propria grotta preistorica. I ragazzi provano ad imitare la musica dell’uomo preistorico.

A scuola dal Vasaio Nikostenes” – Viaggiando nel tempo i ragazzi conosceranno la Grecia Classica di Pericle e il celebre artigiano Nikostenes, dal quale apprendono l’arte della produzione di vasellame dipinto. Gli alunni potranno dipingere un’anfora di terracotta in stile geometrico o realizzare  un vaso in cartapesta, dipinto con soggetto mitologico.

Incontriamo Sosos: alla scoperta del mosaico” – I ragazzi apprenderanno la storia di questa particolare espressione artistica, il suo linguaggio, i materiali usati, la tecnica, … e si potrebbe ipotizzare la realizzazione di pavimenti, immagini utilizzando tale tecnica..

Lo studiolo dei Monaci amanuensi: alla scoperta della miniatura” - Scoprendo i segreti di questa splendida arte, i ragazzi diventeranno “esperti” nella realizzazione di una originale pagina miniata.

 “I generi della Pittura: il Paesaggio” - i ragazzi si immedesimano in un “artisti di strada” e provano a realizzare un quadro di genere.

I generi della Pittura: il Ritratto” - realizzazione di alcuni ritratti e/o caricature di personaggi famosi e/o dei loro insegnanti e compagni di classe.

I generi della Pittura: la Natura Morta” - ripercorrendo la storia della Natura Morta, i ragazzi provano a riprodurre dipinti famosi

Alla scoperta dei Beni Culturali, Artistici e Ambientali” – partendo dall’analisi sul posto di un monumento, della piazza in cui sorge e di tutto quanto lo circonda, i ragazzi scoprono che l’ambiente stesso sa comunicare se osservato con attenzione.

Strappo alla regola -  per creare un nuovo modo artistico di rappresentare la realtà e di creare una personale ed unica opera d’arte.

Si va in scena, su il sipARTE” – percorso di drammatizzazione creativa.

Ascolto, sento e… mi esprimo” - il bambino si esprime attraverso la drammatizzazione, il disegno, la pittura e le altre attività espressive e creative.

5 sensi per percepire e tanti linguaggi per comunicare” - il bambino comunica, esprime emozioni, racconta utilizzando le varie possibilità che il linguaggio del corpo e dell’Arte  consentono.

L’Arte poetica” - Esperienze e suggestioni stimolate dal ‘fare’ e divulgare poesia

L’Arte digitale e l’arte multimediale” – l’impiego del computer in campo estetico, con un uso preferenziale e significativo di tecnologie e software che si sono susseguiti vorticosamente negli ultimi anni

 “FotArtistica” - analizzare le tendenze artistiche della fotografia contemporanea, scoprendo e sperimentando le nuove correnti fotografiche e i nuovi autori della fotografia artistica.

Il bianco ed il nero nella Fotografia” - “Ma perché i fotografi scattano ancora in bianco e nero, adesso che c’è il colore?” – alla riscoperta della foto d’autore per antonomasia

 La Musica nell’Arte” – partendo dallo studio e osservazione delle opere d’arte gli alunni potranno realizzare composizioni musicali, da esse ispirate., come gli artisti che hanno esplorato a fondo il legame tra arte e musica, uno fra tutti Kandinsky (padre dell’astrattismo) con le sue opere “Impressione”, “Composizione”, “Improvvisazione”. Amava molto la musica e in alcune opere ha voluto come fissare sulla tela le impressioni provate ascoltando il suono degli strumenti.  

Apprendi l’arte..e NON metterla da parte (per i docenti) – Trasmettere i saperi delle molteplici sfaccettature delle ARTI e sperimentare percorsi didattici, artistici, innovativi ed originali, creando insieme ai nostri alunni.

COLLABORAZIONE ED INTERVENTO DEGLI ENTI PRESENTI NEL TERRITORIO

Per sviluppare in modo originale e maggiormente partecipe il Progetto, si è pensato di coinvolgere anche alcuni Enti, Associazioni presenti nel territorio, con cui verrà stipulata una convenzione per garantire tirocini formativi ai ragazzi/e dell’Accademia delle Belle Arti  e del Liceo Artistico di Macerata. Tali convenzioni permetteranno uno scambio formativo tra il nostro Istituto, (docenti ed alunni) e quelli sopra citati.

L’Accademia sorge nel cuore della città di Macerata e opera affinché vengano formati individui capaci di trasformare la materia in opere d’arte; gli artisti sono testimoni del nostro tempo, lo fissano e a volte lo anticipano rompendo gli schemi della normale esperienza.

EVENTO FINALE

Come consuetudine per dar “voce” e promuovere il lavoro svolto, da tutta la componente docenti e dagli alunni stessi, inerente il Progetto d’Istituto, anche questo anno sarà organizzata una Festa finale d’Istituto, tutta interamente incentrata sull’Arte, nelle sue svariate forme espressive.

 Saranno allestite mostre di pittura, di manufatti, fotografica, un piccolo palcoscenico permetterà la messa in opera di balli e drammatizzazioni varie, il tutto allietato come sempre dall’esibizione del Coro d’Istituto.

Ulteriori chiarimenti riguardo l’evento saranno comunicati successivamente, dopo aver ricercato e preso i primi contatti con eventuali Sponsor, che possano garantire una migliore organizzazione e riuscita dello stesso.

La data della manifestazione finale sarà indicativamente: Sabato 18 maggio o Sabato 25 maggio 2018

 

Macerata, 3/10/2018                                                                      Funzione strumentale Area 1

                                     Porfiri Fabrizio

 

 

Testi di riferimento inerenti il progetto Arte:

Giocare con l'arte - Laboratori di educazione ed espressione artistica - Monica Remor - Erickson

L'artista sei tu! - Anne-Laure Witschger – Terre di mezzo

Rimanere – Gek Tessaro – Carthusia Edizioni

Art e Max - David Wiesner – Il castoro

L' Orso E Il Piano – David Litchfield – Zoolibri

Storie Di Quadri (A Testa In Giù) – Bernard Friot – Il Castoro

Signor Pittore... Storie E Percorsi Di Educazione All'immagine – Stefania Liverini – Partenze

Mano Felice Disegna Gli Animali – L’acqua – Il vento – Alessandro Sanno – Franco Cosimo panini